Perché si dice “decano del gruppo”

Il decano del gruppo è tipicamente la persona più anziana o con più esperienza a cui implicitamente si attribuisce un ruolo di guida o che viene consultata quando è necessario prendere una decisione. Il significato dell’espressione è legato all’origine latina del termine decano, che era usato in ambito militare per indicare una persona con ruolo di comando su un gruppo di soldati, nello specifico dieci.

Perché si dice “radiare dall’albo”

L’espressione radiare dall’albo viene usata quando viene preso un provvedimento disciplinare nei confronti di un professionista iscritto allo stesso, che in conseguenza di ciò non può più godere dei benefici che l’iscrizione prevede. Le parole radiare e albo hanno entrambe origini curiose. Radiare ha origine francese, e significa tirare una riga, riferito ovviamente alla cancellazione di un testo. L’albo invece ha origine romana: era una tavola di legno bianca usata per esporre pubblicamente comunicazioni ufficiali. Ecco quindi che unendo le due parole otteniamo la rimozione da un elenco ufficiale di un testo, nel caso specifico il nominativo di un professionista precedentemente iscritto.

Perché si dice “piano nobile”

Piano nobile è una espressione tipicamente usata in riferimento al piano di una villa piuttosto che di un palazzo rinascimentale. Il motivo del suo utilizzo è piuttosto ovvio. Era infatti d’uso che un piano del palazzo nobiliare, tipicamente il primo, fosse quello dove la famiglia nobile proprietaria della struttura risiedeva tipicamente. Era di conseguenza quello con le decorazioni migliori, usato anche per ricevere ospiti.

Perché si dice “prendere carne”

Prendere carne è una espressione che usiamo quando veniamo rimproverati per un errore commesso o per qualcosa che non abbiamo fatto. L’origine del modo di dire è piuttosto curiosa. Tempo fa i mezzadri, che lavoravano nei campi del latifondista, dovevano produrre in previsione della riscossione annuale da parte del proprietario. Se una famiglia non riusciva a far fruttare la terra, il venerdì santo riceveva un grosso pezzo di carne come regalo dal padrone, e quello era il simbolo che entro San Martino (11 novembre) la famiglia doveva andarsene.

Perché si dice “Luna Park”

Con l’espressione Luna Park indichiamo un’ area in cui sono presenti giostre, attrazioni varie e chioschi. I Luna Park non sono fissi, ma vengono allestiti in occasioni di fiere, feste, sagre. Il nome, Luna Park, deriva da una attrazione installata nel 1901 a Buffalo, negli Stati Uniti che si chiamava  “A trip to the moon”.  Nel 1903 questa attrazione venne riproposta nel parco divertimenti di Coney Island, con il nome di Luna Park, attribuito anche allo stesso parco.

La foto è stata scattata dal fotografo Ivano Mercanzin nel Luna Park di Coney Island.

Perché si dice ” blackout”

Con il termine blackout indichiamo la mancanza di energia elettrica in una determinata zona geografica. L’interruzione di energia può essere causata da eventi atmosferici come temporali o da un guasto. Quando avviene un blackout tutti i servizi che richiedono corrente elettrica smettono di funzionare, quello più evidente è la totale assenza di luce elettrica, il termine blackout, infatti, è una parola inglese che significa appunto oscuramento. In Italia il più grande blackout elettrico si è verificato il 28 settembre del 2003, quando tutto il territorio italiano, ad eccezione della sardegna e isole minori, rimase senza corrente per diverse ore.

L’espressione black out viene utilizzata anche quando una persona ha un momento di smarrimento e presenta momentanei problemi di memoria.

Blackout è anche il titolo di una canzone dei Mistonocivo

Perchè si dice “figura grottesca”

Una figura grottesca nel linguaggio quotidiano indica una forma dall’aspetto strano, non naturale, che può provocare un misto di riso e paura. L’origine di questa espressione è davvero particolare. Risale infatti alla scoperta di una grotta della Domus Aurea, avvenuta nel quindicesimo secolo. Le pareti di questa grotta erano dipinte con figure molto strane, che da allora vennero definite appunto grottesche. Artisti come Michelangelo e Raffaello si calarono in questa grotta per poter ammirare tali raffigurazioni, che vennero poi riprese dagli stessi negli anni a venire.

La foto che vedete ritrae alcune figure grottesche che abbelliscono la famosissima scala di Jacopo Barozzi da Vignola.

Perché si dice “sei un Casanova”

Con l’espressione sei un Casanova indichiamo un abile seduttore, costantemente in cerca di relazioni sentimentali il più delle volte brevi e superficiali. Questo “perché si dice” deriva da Giacomo Casanova, uno scrittore, avventuriero veneziano del 1700. Questo personaggio era noto per la libertà in ambito sentimentale. Nella sua autobiografia, la sua opera più importante, racconta i suoi viaggi, le sue avventure e tutte le conoscenze sentimentali.

A proposito di personaggi “Casanova” sapete perché si dice essere un don Giovanni e   fare il cascamorto?

Perché si dice “gioco d’azzardo”

Il gioco d’azzardo è un’ attività di gioco dove si scommettono soldi o beni.

Nel gioco si possono vincere somme minori o maggiori di quelle spese ma si può anche perdere senza guadagnare nulla. Azzardo deriva dalla parola araba az-zahr che sta a significare dado, nei primi giochi d’azzardo infatti si utilizzavano i dadi e si scommetteva sul numero che sarebbe venuto fuori. Il luogo per antonomasia dove si può giocare d’azzardo è il Casinò.

Il gioco d’azzardo può provocare una dipendenza patologica, giocate responsabilmente!

A proposito di gioco, sapete perché si dice il gioco non vale la candela?