Perché si dice “razione K”

razione k

La razione K consiste in una particolare razione di cibo. Fu introdotta dall’esercito statunitense durante la seconda guerra mondiale. La sua funzione principale era di garantire un quantitativo sufficiente di calorie per la giornata di un soldato in missione. Al contempo doveva essere particolarmente leggera e quindi facilmente trasportabile. Il motivo per cui è stata chiamata razione k non sembra essere collegato al cognome del fisiologo che per primo dovette fornire una proposta all’esercito americano, tale Ancel Keys. Molto più semplicemente, quando fu ideata c’erano già altre razioni con delle lettere associate.

Perché si dice “entrare nel Guinness dei primati”

entrare nel guinness dei primati

Entrare nel Guinness dei primati è un modo di dire che si usa per descrivere un evento o una azione molto particolare, eclatante e che si verifica poche volte. Il Guinness dei primati è un libro in cui viene raccolta la lista di tutti i primati relativi soprattutto, ma non solo, ad azioni o caratteristiche fisiche che detengono un record mondiale. Alcuni dei record presenti nel testo sono ad esempio l’uomo più alto o più basso del mondo, cosi come l’uomo più tatuato del mondo. Non è un caso che il nome del libro, Guinness, corrisponda alla ben nota marca di Birra. Fu infatti un inglese, Hugh Beaver, ad avere l’idea del libro, proprio mentre era un dipendente della ditta produttice di birra.

Perché si dice “exit poll”

perché si dice exit poll

Exit poll: ormai sentiamo dire queste parole al telegiornale ogni volta che ci sono  elezioni in Italia. Che sia per eleggere il nuovo governo o il nuovo sindaco o per un referendum, ci saranno sempre alla chiusura dei seggi i primi exit poll. Ma cosa sono? Semplice: sono i sondaggi che vengono effettuati in forma anonima fuori dai seggi elettorali e che servono per avere una proiezione, che non sempre viene però confermata dallo spoglio delle urne, del risultato della votazione. Ma perché si dice exit poll? Sono due termini inglesi, che significano “sondaggio all’uscita”, che come detto prima stanno ad indicare una raccolta statistica dei voti effettuati nel seggio.

Perché si dice “festa di Halloween”

La festa di Halloween è una festività di origine celtica, che si svolge la sera e la notte del 31 ottobre. Questa festa è diffusa in diverse nazioni e si festeggiano gli spiriti dell’occulto. Durante la festa molte persone si travestono da streghe o mostri vari. Il nome deriva da “ALL HALLOW EVE” che sta a significare vigilia di tutti i santi. Il simbolo di Halloween è la Jack-o-lantern, ossia una zucca nella quale viene intagliato il volto di un mostro.

La foto che accompagna l’articolo è tratta dal film d’animazione The nightmare before Christmas.

Perché si dice “Luna Park”

Con l’espressione Luna Park indichiamo un’ area in cui sono presenti giostre, attrazioni varie e chioschi. I Luna Park non sono fissi, ma vengono allestiti in occasioni di fiere, feste, sagre. Il nome, Luna Park, deriva da una attrazione installata nel 1901 a Buffalo, negli Stati Uniti che si chiamava  “A trip to the moon”.  Nel 1903 questa attrazione venne riproposta nel parco divertimenti di Coney Island, con il nome di Luna Park, attribuito anche allo stesso parco.

La foto è stata scattata dal fotografo Ivano Mercanzin nel Luna Park di Coney Island.

Perché si dice ” blackout”

Con il termine blackout indichiamo la mancanza di energia elettrica in una determinata zona geografica. L’interruzione di energia può essere causata da eventi atmosferici come temporali o da un guasto. Quando avviene un blackout tutti i servizi che richiedono corrente elettrica smettono di funzionare, quello più evidente è la totale assenza di luce elettrica, il termine blackout, infatti, è una parola inglese che significa appunto oscuramento. In Italia il più grande blackout elettrico si è verificato il 28 settembre del 2003, quando tutto il territorio italiano, ad eccezione della sardegna e isole minori, rimase senza corrente per diverse ore.

L’espressione black out viene utilizzata anche quando una persona ha un momento di smarrimento e presenta momentanei problemi di memoria.

Blackout è anche il titolo di una canzone dei Mistonocivo

Perché si dice “rule of thumb”

rule of thumb

Rule of thumb è una espressione inglese usata per indicare una regola non necessariamente dimostrata scientificamente ma che spesso risulta valida nell’esperienza quotidiana. Per questo motivo viene seguita per affrontare problematiche comuni, che vengono risolte anche se non nel modo migliore. Ci sono molte opinioni sull’origine di questo detto inglese. Quella che più ci convince è l’uso dei carpentieri di misurare usando la punta del pollice invece che una riga.

Perché si dice “rush finale”?

rush finale

Rush finale è una espressione che si usa per indicare l’ultima parte di un percorso, di un lavoro, che richiederà uno sforzo ulteriore, forse maggiore di quello fatto finora. Viene usata spesso in ambito sportivo per gare di velocità, come il ciclismo o l’automobilismo, in cui si accelera quando si sta affrontando l’ultimo tratto di strada. Il significato è legato al termine inglese rush, che significa correre, affrettarsi.

Rush è anche il titolo di un film che racconta la rivalità tra due piloti di Formula Uno.

Perché si dice “che la forza sia con te”

L’espressione, che la forza sia con te, viene utilizzata, nel linguaggio comune, per augurare buona fortuna. L’espressione originale è May the Force be with you ed è presente nella saga di Guerre Stellari (Star Wars); viene utilizzata da diversi personaggi ma in particolare dai cavalieri jedi che credono nell’importanza e nella volontà della Forza.

“Che la forza sia con te” è una delle frasi più famose della storia del cinema ed occupa l’ottavo posto nella lista delle cento migliori citazioni cinematografiche creata dall’American Film Institute.

Perché si dice “di default”

L’espressione di default significa in automatico, per consuetudine. L’espressione deriva dal mondo dell’informatica, default infatti è un concetto informatico che denota una risposta automatica di un sistema.

Esiste anche un altro tipo di default, ma in questo caso la parola ha un significato negativo e non ha che fare con questo “perché si dice”. Si tratta di un’ insolvenza in ambito finanziario.