Perché si dice “arrivare di soppiatto”

arrivare di soppiatto

Arrivare di soppiatto è un modo di dire che si usa per indicare quando una persona arriva in un luogo silenziosamente e di nascosto, senza che gli altri si accorgano del suo avvicinamento. Il significato deriva dal termine piatto nel senso di appiattito, schiacciato per terra, che sta ad indicare appunto il fatto che si cerca di fare in modo di non essere visto da qualcuno mentre ci si reca in un posto. Un comportamento tipico dei gatti quando sono alla caccia di una preda è proprio quello di avvicinarsi silenziosamente e lentamente schiacciando il corpo verso il basso per essere meno visibili.

Perché si dice “avere le palle girate”

L’espressione, avere le palle girate, si usa quando si è parecchio infastiditi, annoiati a causa di altre persone, situazioni o motivi personali. In genere quando le persone si trovano in questa condizione sono abbastanza irascibili e quindi è meglio stare alla larga. L’origine di questo modo di dire è militare e proviene dalla Grande Guerra.  Girare le palle, proiettili sferici, era un pratica che consisteva nel rimontare il bossolo capovolto affinché la ferita provocata potesse essere più dannosa e quindi letale. Questo uso dei proiettili era proibito e i soldati che lo utilizzavano erano considerati i più meschini dai quali prendere le distanze.

Perché si dice essere di corvée

essere di corvée

Essere di corvée è una espressione che si sente spesso utilizzare in ambito militare. Fa riferimento infatti ai turni di attività che vengono assegnati ai soldati relativi a mansioni di pulizia o lavoro pesante. L’origine del termine corvée però non ha un legame con questo ambiente. Si tratta infatti di una prestazione di lavoro che era dovuto al signore che possedeva le terre su cui vivevano i contadini.

Perché si dice “fare vita mondana”

fare vita mondana

Fare vita mondana è un modo di dire che si usa per descrivere quelle persone che partecipano spesso ad eventi frequentati da persone altolocate o molto conosciute, oppure che spendono molti soldi per frequentare ristoranti, feste e locali particolarmente rinomati. La spiegazione di questa espressione è legata al termine mondano, che ha origine latina ed  ha originariamente significato di mondo. Stiamo quindi parlando di una vita legata agli aspetti più materiale, effimeri dell’esistenza più che a quelli spirituali.

Perché si dice “giornata campale”

giornata campale

Una giornata campale è un giorno in cui avvengono una serie di eventi piuttosto intensi dal punto di vista emotivo o durante la quale svolgiamo una serie di attività piuttosto difficoltose da affrontare, dal punto di vista fisico o psicologico. Il termine campale si riferisce a campo, e possiamo immaginare che il collegamento con la difficoltà di affrontare la giornata sia legato alla durezza del lavoro sui campi.

Si trovano anche altri modi di dire simili, come ad esempio battaglia campale, riferito ovviamente ad un episodio di guerra che è rimasto nella storia per la sua durezza ed i suoi esiti, oltre ché probabilmente anche per il numero di vittime e feriti alla fine degli scontri. Durante la Grande Guerra ci sono stati sicuramente episodi simili.

 

Perché si dice “battesimo del fuoco”

battesimo del fuoco

Per battesimo del fuoco si intende un evento particolarmente significativo o difficile da affrontare a cui partecipiamo per la prima volta, e a cui dovremo verosimilmente partecipare nuovamente in futuro. La spiegazione di questo modo di dire la troviamo nel gergo militare, come poteva essere quello usato nella Grande Guerra, in cui per tutti i soldati c’era sempre una prima esperienza di combattimento.

Perché si dice “matrimonio morganatico”

matrimonio morganatico

Il matrimonio morganatico era una forma di matrimonio in voga essenzialmente durante l’età del Feudalesimo in cui il marito faceva parte di un ceto sociale altolocato a differenza della moglie. L’unione prevedeva che la moglie non avrebbe ricevuto nulla in eredità dal marito, che comunque doveva offrire alla stessa un dono in cambio di questa rinuncia. Spesso un matrimonio morganatico era adottato come soluzione da uomini nobili che si sposavano una seconda volta. Il termine morganatico ha origine dalla parola tedesca Morgengabe, che letteralmente vuol dire dono del mattino. Si riferisce ovviamente al regalo fatto dallo sposo alla sposa in cambio della rinuncia all’eredità.

Perché si dice “vivere secondo cliché”

Vivere secondo cliché significa condurre una vita simile a quella di molte altre persone, senza differenziarsi in modo evidente. Cliché è un termine francese che veniva usata per indicare la matrice con cui si riproducevano ad esempio fotografie, disegni o dipinti. Serviva quindi per creare una serie di copie. In generale, la parola cliché denota mancanza di originalità e prevedibilità.

Perché si dice “essere agli antipodi”

Essere agli antipodi è un modo di dire che si usa quando ad esempio si vogliono descrivere due persone molti diverse tra di loro, talmente diverse da presentare aspetti o idee esattamente opposti. Lo si usa anche per indicare paesi che geograficamente si trovano in posizione geografica opposta rispetto al centro della Terra. La spiegazione di questo modo di dire è veramente curiosa. Nell’antica Grecia si credeva che gli antipodi fossero gli abitanti di una terra che si trovava esattamente all’opposto di quella conosciuta.